Cronaca

Borsa Galante al giovane Spreca

Foto di gruppo con il giovane vincitore

Foto di gruppo con il giovane vincitore

Tommaso Spreca è il nuovo vincitore della “Borsa di Studio Stefano Galante” edizione 2018. Classe 2003, Tommaso è uno studente della 2°B del Liceo Classico “Francesco Stelluti” di Fabriano (media superiore all’8) e un altrettanto eccellente atleta (Campione Italiano Juniores 2018 di Taekwondo).

Nel 1983, un anno dopo il suo diploma allo Stelluti, un incidente alpinistico coinvolse Stefano Galante, nel tratto sommitale dell’ascesa verso una vetta inviolata del Karakorum pakistano. L’anno successivo i suoi amici e gli ex professori decisero di creare la Borsa di Studio a lui intitolata: un atto di amore verso di lui e verso il “loro” liceo. Allora decisero che il premio sarebbe dovuto andare a quegli alunni che avessero incarnato le caratteristiche di Stefano che era uno studente dai brillanti risultati e uno sportivo eccezionale, capace di spaziare dall’atletica leggera alla pallavolo, dalla speleologia all’alpinismo.

Nei giorni scorsi, presso il Liceo Classico di Fabriano, si è svolta la cerimonia di premiazione, alla presenza di Maria Grazia Galante (mamma di Stefano), del dirigente scolastico Dennis Luigi Censi e dei rappresentanti di docenti e studenti. Nadia Fratini, a nome dell’Associazione “Stefano Galante” promotrice della Borsa, ha sottolineato un dettaglio particolarmente emozionante: “La premiazione di oggi è per noi davvero speciale. Infatti, Tommaso Spreca è il nipote del compianto professor Ettore Busini, che insegnò proprio in questa scuola, ebbe Stefano tra i suoi alunni e atleti e fu anche tra i promotori della Borsa di Studio. Dunque, è con grande gioia che premiamo Tommaso perchè rappresenta appieno il senso e lo spirito della nostra iniziativa”.

Nel corso dell’evento, ospite d’onore è stato il campione di basket Andrea Forti: 19 stagioni da professionista in diverse squadre di Serie A (tra cui Fabriano), nel cui palmares figurano anche la partecipazione a 2 Coppe Korac ed un titolo nazionale Cadetti. Forti, ancora oggi attivo nel mondo del basket come agente e procuratore, ha ricordato come la pratica di una disciplina sportiva ad alto livello, rappresenti un valore aggiunto per la formazione culturale e personale di uno studente: “Lo sport insegna la determinazione, la grinta e ad accettare le sconfitte come lezioni per migliorarsi. Sono valori formativi, che applicati allo studio portano anche in questo caso a raggiungere eccellenti traguardi… e Tommaso ne è l’esempio”.

In chiusura della mattinata, Paolo Lori, presidente dell’Associazione “Stefano Galante”, ha annunciato il bando per l’edizione 2019 (una borsa del valore di 1.000 euro), invitando sempre più studenti dell’indirizzo Classico dello Stelluti a concorrere. Chi volesse invece contribuire al finanziamento della Borsa, può inviare la propria donazione a:  Associazione Stefano Galante, Banca Prossima (filiale di Milano), IBAN IT56P0335967684510700288864.