Cronaca

Un tour della Ricordanza

Sacrario di S. Maria

Sacrario di S. Maria

Il 16 novembre 2017, il Consiglio comunale di Fabriano ha istituito all’unanimità il “2 Maggio” come “Giornata della Ricordanza” cittadina, con l’obiettivo di rifondare, soprattutto tra le generazioni più giovani, il senso di appartenenza nazionale e creare una consolidata coscienza storica condivisa della città.
Per questo 2018 l’amministrazione comunale, d’intesa con Labstoria, grazie al coinvolgimento del professor Terenzio Baldoni, il Centro Studi don Riganelli, l’Anpi, ha coinvolto sei classi degli Istituti secondari di II grado, proponendo loro la partecipazione al “Tour della Ricordanza”, avendo come accompagnatori gli studiosi locali del periodo Resistenziale. Ciascuna classe dovrà poi elaborare un video in cui riassumere tale esperienza. Infine, gli elaborati verranno presentati il prossimo “2 Maggio” durante una manifestazione solenne che dovrebbe svolgersi al Teatro Gentile. Questo tour prevede sei tappe, a cominciare dal sacrario di S. Maria, quindi la stazione di Albacina, proseguendo per la Loggia Baldini a Vallunga, S. Donato nel ricordo di don Davide Berrettini, per finire con la Vallina ed il cippo di Engles Profili a Cancelli. Fabriano fu occupata dalle forze germaniche dopo l’8 settembre 1943. Nel volgere di pochi mesi, per la sua strategica posizione geografica, fu oggetto di terribili bombardamenti e rastrellamenti, che ebbero effetti nefasti: allarmi aerei, 638; bombardamenti subiti, 55; vani distrutti: 7000; cittadini caduti per bombardamenti aerei, 96; partigiani caduti, 21; cittadini caduti per rappresaglia e cannoneggiamento, 38.