Cronaca

Lo Scientifico vince...con il thermos

Lo Scientifico “Volterra” di Fabriano vince per la sua creatività e per il suo sguardo al futuro. Tutto si è svolto nella sede di Confindustria di Ancona nei giorni scorsi che ha ospitato la presentazione e la premiazione della 26° edizione del progetto “Impara ad intraprendere”. Sono stati sette gli istituti coinvolti, con 31 progetti ed oltre 200 gli studenti coinvolti. Le scuole vincitrici sono state tre, tra cui appunto il Liceo Scientifico di Fabriano “Vito Volterra”. “Impara ad intraprendere” è un’iniziativa rivolta agli studenti del quarto anno che ha come obiettivo finale la realizzazione di un progetto d’impresa. Ovvero un’iniziativa volta a sviluppare la vena competitiva e creativa dei giovani studenti che nei progetti mettono se stessi ed i loro sogni. Nella mattinata gli studenti hanno avuto tre minuti di tempo per presentare e persuadere pubblico e commissione con un discorso di presentazione del progetto della propria idea di impresa. Oltre allo Scientifico gli altri due vincitori a pari merito sono stati l’Istituto industriale statale Cambi Serrani di Falconara e l’Itet Bramante di Genga di Pesaro. Il progetto realizzato dal liceo fabrianese dal nome Therm è stato realizzato dagli studenti: Giulio Bellocchi, Camilla Busco, Mirko Costantini, Riccardo Danieli, Marco Farroni, Elisa Locci, Daniele Paccusse, Rodolfo Passeri, Nicolò Salimbeni e Giovanni Ubaldi. Il progetto riguarda un oggetto di uso quotidiano e il nome è K- BOX. Si tratta di un thermos che permette di regolare, premendo un tasto, la temperatura interna in modo che le bevande siano sempre alla temperatura desiderata; un’idea che è nata ai ragazzi durante una gita scolastica a Como. Il progetto è stato poi realizzato a livello grafico ed il meccanismo che sta alla base è davvero originale: alla base del thermos che permette di regolare la temperatura interna ci sarebbe la cella di Peltier solitamente utilizzata in campo informatico e usata dai ragazzi in modo completamente nuovo ed innovativo. Il thermos è dotato di un caricabatteria portatile che ne permette un utilizzo continuo di nove ore.  Un progetto creativo che ha visto gli studenti del Liceo destreggiarsi anche a livello organizzativo perché lo scopo del progetto era oltre all’idea originale del prodotto, quello di creare un’impresa. Ecco quindi la genialità andare a segno con un bel riconoscimento. Ora ciascun componente delle squadre vincitrici avrà l’opportunità di passare un’intera giornata negli studi della televisione regionale etvMarche.