Cronaca Fabriano

La fiction e un possibile contenzioso

Suor Angela nella fiction

Suor Angela nella fiction "Che Dio ci aiuti"

Ora la vicenda legata all’arrivo della produzione della fiction “Che Dio ci aiuti” rischia di finire a carte bollate. Il sindaco Santarelli non ci sta e dato il diniego di chi avrebbe già dovuto essere a Fabriano con la troupe per girare la nuova serie, pretende chiarezza una volta per tutte. Nessuno si è fatto vivo e non c’è stata alcuna disdetta della casa di produzione, né una missiva che avvertisse il Comune della “fuga” dalla città. Il lavoro preparatorio dei dipendenti del municipio, dunque, è stato vanificato, ma nessuno sa niente. Suor Angela, insieme alle sue consorelle, non gestirà il convitto all’interno del quale si trova il bar l’“Angolo Divino.” Questo punto di ritrovo portava il convento a essere frequentato da persone di vario genere e Fabriano veniva animata da vicissitudini teletrasmesse su RaiUno. Prima si è parlato di mancanza di finanziamenti a livello regionale, poi di organizzazione tardiva da parte dell’amministrazione, infine di un ripensamento della Lux Vide, la società produttrice con sede a Roma. Vedremo se durante il mese di agosto si saprà qualcosa di più su ciò che rimane ancora un mistero insoluto.